sabato 22 novembre 2014

I domenica di avvento, anno B: Salmo 80,20

Ruminare i Salmi - Salmo 80 (Vulgata / liturgia 79),20 (I domenica di avvento, anno B)

CEI Fa' splendere il tuo volto
e noi saremo salvi
TILC Mostra sereno il tuo volto
e noi saremo salvi
NV Illustra faciem tuam, 
et salvi erimus
V Ostende faciem tuam,
et salvi erimus.

1Corinzi 1,6-7 La testimonianza di Cristo si è stabilita tra voi così saldamente che non manca più alcun carisma a voi, che aspettate la manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo.
Marco 13,35-36 Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati.

Ambrogio: Lo sguardo di Dio è la nostra salvezza. Essere guardati da Dio, significa essere salvati.
Ostende faciem tuam, et salvi erimus (Psal. LXXIX, 4). Aspectus ergo Dei, salus nostra est, atque in eius vultu nostrum est adiumentum. In quo quanta vis sit, divina Scriptura declarat, quae non otiose attexuit, quod respexit Deus super munera Abel, super munera autem Cain non respexit (Gen. IV, 4 et 5) ; et ideo contristatus est Cain, quod sacrificium suum Deo displicuisse cognovit, placuisse germani. Unde et illud quod hodie in psalmi responsorio decantatum est, plurimum nostrae conducit assertioni: Exspectans exspectavi Dominum, et respexit me (Psal. XXXIX, 2). Quem Dominus respicit, salvat. Denique in Domini passione cum titubaret Petrus sermone, non mente (licet ipse Petri sermo titubantis fidelior sit, quam doctrina multorum), respexit eum Christus, et Petrus flevit; quo proprium lavit errorem. Ita quem visus est voce denegare, lacrymis fatebatur. (Enarrationes in XII psalmos Davidicos, 15)
Eucherio di Lione: "Volto di Dio" è la conoscenza di Dio offerta a tutti gli uomini nel Figlio dell'Uomo.
Facies Dei cognitio est divinitatis eius ad omnes: de qua cognitione in psalmis scriptum est: Ostende nobis faciem tuam, et salvi erimus (Ps. LXXIX, 4) , hoc est, dona nobis cognitionem tuam, quam cognitionem per Filium hominis hominibus innotuit: ipso dicente in Evangelio, Nemo novit Patrem nisi Filius, et cui voluerit Filius revelare (Matth. XI, 27).(Formulae spiritalis intelligentiae, I)

Vegliare significa tenersi durevolmente e pazientemente volti al Volto del Signore come proprio centro esistenziale, sapendo che senza di Lui si è perduti.


2 commenti:

  1. " Lo sguardo di Dio è la nostra salvezza. Essere guardati da Dio, significa essere salvati"
    Ecco spero che sia davvero così.
    E' la mia muta preghiera quotidiana affinché Dio non volti lo sguardo altrove.
    Confido più nel suo amore che nella mia capacità di seguirlo.
    Basterà?

    RispondiElimina
  2. E' la cosa fondamentale! E' la roccia che non vien meno; un sorriso

    RispondiElimina