domenica 26 gennaio 2014

Presentazione del Signore: Salmo 24,8

Ruminare i Salmi - Salmo 24 (Vulgata / liturgia 26),8:

CEI Chi è questo re della gloria?
Il Signore forte e valoroso,
il Signore valoroso in battaglia.
TILC Chi è questo re grande e glorioso?
È il Signore, valoroso e forte,
è il Signore che vince le guerre!
NV Quis est iste rex gloriae?
Dominus fortis et potens,
Dominus potens in proelio.

Ebrei 2,14-15 Poiché i figli hanno in comune il sangue e la carne, anche Cristo allo stesso modo ne è divenuto partecipe, per ridurre all’impotenza mediante la morte colui che della morte ha il potere, cioè il diavolo, e liberare così quelli che, per timore della morte, erano soggetti a schiavitù per tutta la vita.
Luca 2,22-23 Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore, come è scritto nella legge del Signore.

Origene: “Nel mondo avete tribolazione, ma siate fiduciosi: io ho vinto il mondo”
(Gv 16,33)

Pietro Abelardo, Inno per l’Annunciazione: (Il Re della gloria)
abbatta le altezze dei superbi,
calpesti con la sua forza
il collo dei grandi,
lui ch’è potente in battaglia.

(Superbientium 
Terat fastigia, 
Colla sublimium 
Calcet vi propria 
Potens in proelio.)

Facendosi piccolo e nascendo “sotto la legge”, il Re della gloria rovescia ogni superbia e vince il Maligno, la morte e il mondo.


Nessun commento:

Posta un commento