lunedì 29 luglio 2013

XVIII domenica del tempo ordinario, anno C: Salmo 90,3


Ruminare i Salmi - Salmo 90, (Vulgata / liturgia 89),3

CEI Tu fai ritornare l’uomo in polvere,
quando dici: «Ritornate, figli dell’uomo»
TILC Tu fai tornare l'uomo alla polvere,
e gli dici: "Ritorna com'eri!"
NV Reducis hominem in pulverem;
et dixisti: “Revertimini, filii hominum”

Colossesi 3,3-5 Voi infatti siete morti e la vostra vita è nascosta con Cristo in Dio! ... Fate morire dunque ciò che appartiene alla terra: impurità, immoralità, passioni, desideri cattivi e quella cupidigia che è idolatria.
Luca 12,20 “Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato, di chi sarà?”

Gaudium et Spes 10:
In ipso enim homine plura elementa sibi invicem oppugnant. Dum enim una ex parte, utpote creatura, multipliciter sese limitatum experitur, ex altera vero in desideriis suis illimitatum et ad superiorem vitam vocatum se sentit. Multis sollicitationibus attractus, iugiter inter eas seligere et quibusdam renuntiare cogitur. 
All'interno dell'uomo molti elementi si combattono a vicenda. Da una parte, come creatura, esperimenta in mille modi i suoi limiti; d'altra parte sente di essere senza confini nelle sue aspirazioni e chiamato ad una vita superiore. Sollecitato da molte attrattive, è costretto sempre a sceglierne qualcuna e a rinunziare alle altre.

Chi fa morire in sé l'idolatria del possedere, nella morte non sarà confuso.



Nessun commento:

Posta un commento