martedì 15 marzo 2011

A proposito di Fukushima

Sarebbe l'ora di riconoscere i nostri limiti, e di rendersi conto che la pretesa di soddisfare a ogni costo ogni esigenza materiale, anche facendo violenza alla natura, è del tutto insensata, non solo da un punto di vista spirituale (del che a molti ben poco importa) ma anche materiale. Bisogna smettere di pensare alla tecnica come a un grimaldello col quale, non appena ce ne venga una utilità immediata, scardinare ogni cosa.

Nessun commento:

Posta un commento