domenica 21 settembre 2014

XXVI domenica del tempo ordinario, anno A: Salmo 25,8

Ruminare i Salmi - Salmo 25 (Vulgata / liturgia 24),8:

CEI Buono e retto è il Signore,
indica ai peccatori la via giusta.
TILC Buono e giusto è il Signore;
insegna la sua via ai peccatori.
NV Dulcis et rectus Dominus,
propter hoc peccatores viam docebit.
V Dulcis et rectus Dominus;
propter hoc legem dabit delinquentibus in via.

Filippesi 2,3-5 Non fate nulla per rivalità o vanagloria, ma ciascuno di voi, con tutta umiltà, consideri gli altri superiori a se stesso. Ciascuno non cerchi l’interesse proprio, ma anche quello degli altri. Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù.
Matteo 21,31 In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio.

Liturgia: O Padre, sempre pronto ad accogliere pubblicani e peccatori
appena si dispongono a pentirsi di cuore,
tu prometti vita e salvezza
a ogni uomo che desiste dall’ingiustizia:
il tuo Spirito ci renda docili alla tua parola
e ci doni gli stessi sentimenti che sono in Cristo Gesù.

Bernardo di Clairvaux: Unendo in tutte le sue opere bontà e rettitudine, Gesù ci "rettifica", spogliandoci dell'uomo vecchio e rivestendoci del nuovo.
Sed quia 'perversae et immundae cogitationes separant a Deo' (Sap. I,3), orandum est ut cor mundum creetur in nobis: quod utique fiet, si spiritus rectus fuerit in nostris visceribus innovatus. Spiritum rectum quod ait, Filio potest non inconvenienter aptari; qui nos veterem hominem exuens, novum induit: qui nos renovavit in spiritu mentis nostrae, tanquam in visceribus nostris; ut cogitemus quae recta sunt, ut ambulemus in novitate spiritus, et non in litterae vetustate. Formam enim rectitudinis de coelis attulit, reliquit in terris: immiscens sane et immittens dulcedinem rectitudini in omnibus operibus suis, sicut de eo idem ipse praedixerat: 'Dulcis et rectus Dominus; propter hoc legem dabit delinquentibus in via' (Psal. XXIV,8). Castigato ergo corpore per sanctitudinem operum, mundato corde, vel potius innovato per rectitudinem cogitationum, redditur laetitia salutaris, ut jam in lumine vultus Dei ambules, et in nomine ejus exsultes tota die. (Sermo III in festo Pentecostes, De multiplici operatione Spiritus Sancti in nobis, 6)

A chi agisce per rivalità e vanagloria, a chi mette al primo posto il proprio interesse, a chi si sente sazio della propria giustizia, Dio mostra la via giusta, chiamando ad assumere gli atteggiamenti di Gesù.


Nessun commento:

Posta un commento