sabato 21 dicembre 2013

Natale del Signore, messa del giorno: Salmo 98,2

Ruminare i Salmi - Salmo 98 (Vulgata / liturgia 97),2:

CEI Il Signore ha fatto conoscere la sua salvezza,
agli occhi delle genti ha rivelato la sua giustizia.
TILC Davanti agli occhi dei popoli
il Signore ha manifestato la sua vittoria,
si è rivelato nostro Salvatore.
NV Notum fecit Dominus salutare suum,
in conspectu gentium revelavit iustitiam suam.

Ebrei 1,3: Il Figlio è irradiazione della gloria di Dio e impronta della sua sostanza.
Giovanni 1,14: E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre,
pieno di grazia e di verità.

Cassiodoro: Dio ha mostrato la sua salvezza e giustizia facendosi presente tra gli uomini nella persona del Figlio, che tutto ha in comune col Padre.
(Expositio in Psalterium, 2, in Psalmum XCVII: Notum fecit Dominus salutare suum, id est Dominum Salvatorem; ipse est enim salutaris quem Simeon suscipiens in manibus suis dicit in templo: Nunc dimittis, Domine, servum tuum in pace, quoniam viderunt oculi mei salutare tuum [Luc. II,29]. Ad exprimendam quoque rei clarissimam veritatem, sequitur, ante conspectum gentium; sicut et Ieremias dicit: Post haec in terris visus est, et cum hominibus conversatus est (Baruch III,38). Addidit, revelavit iustitiam suam: quia prius sub quodam velamine praedicatus fuerat per prophetas, quo subducto in adventu eius ipsa facies veritatis apparuit. Et nota quod ipse dextera, ipse brachium, ipse salutare, ipse Patris dicatur esse iustitia; ut unam illic substantiam, unam intelligas esse potentiam. In qua enim parte potest esse divisus, qui non similia, sed omnia ipsius habere firmatur? sicut ipse in Evangelio dicit: Omnia Patris mea sunt, et omnia mea Patris sunt [Ioan. XVII,10].)

Salvezza, vittoria, giustizia, grazia, verità, gloria: con l’incarnazione non si tratta più di concetti astratti. Queste realtà si fanno persona, che si presenta al mondo per stabilire con tutti un rapporto interpersonale.


Nessun commento:

Posta un commento