lunedì 30 dicembre 2013

II domenica dopo Natale, anno A: Salmo 147,15

Ruminare i Salmi - Salmo 147,15 (Vulgata / liturgia 147,4):

CEI Manda sulla terra il suo messaggio:
la sua parola corre veloce.
TILC Manda la sua parola sulla terra
e rapida giunge a compimento
NV Qui emittit eloquium suum terrae,
velociter currit verbum eius.

Efesini 1,17-18 il Dio del Signore nostro Gesù Cristo, il Padre della gloria, vi dia uno spirito di sapienza e di rivelazione per una profonda conoscenza di lui; illumini gli occhi del vostro cuore per farvi comprendere a quale speranza vi ha chiamati, quale tesoro di gloria racchiude la sua eredità fra i santi.
Giovanni 1,18 Dio, nessuno lo ha mai visto:
il Figlio unigenito, che è Dio
ed è nel seno del Padre,
è lui che lo ha rivelato.

Cassiodoro: Il messaggio di Dio è il Verbo del Padre, inviato sulla terra nell’umiltà dell’incarnazione. Questa Parola corre veloce, distogliendo il mondo dal culto degl’idoli e riempiendolo della conoscenza della Trinità.
(Eloquium Domini Verbum Patris est, quod ad terras descendit, quando humilitatem piae incarnationis assumpsit. Emittit, prophetiae spiritu praesens tempus ostendit, quamvis hoc de futuro dicere videretur. Sed cum dicit, emittit, non minorem prodit, sed concordiam sanctae unitatis ostendit. Huius enim omnipotentis Verbi sic cucurrit sermo velociter, ut sanctae Trinitatis agnitio celerrima mirabili mundum velocitate compleverit, idolorum culturas veritatis ipsius manifestatione convertens.)

Inviati dal Padre, il Figlio Unigenito e il suo Spirito aprono gli occhi del nostro cuore alla conoscenza della Trinità, nella quale siamo affrancati da ogni potere tenebroso e ci è svelata la vocazione alla gloria.


Nessun commento:

Posta un commento