martedì 13 agosto 2013

XX domenica del tempo ordinario, anno C: Salmo 40,2


Ruminare i Salmi - Salmo 40, (Vulgata / liturgia 39),2:

CEI Ho sperato, ho sperato nel Signore,
ed egli su di me si è chinato
TILC Ho continuato a sperare nel Signore:
si è chinato verso di me
NV Exspectans exspectavi Dominum,
et intendit mihi.

Eb 12,1-4 anche noi, circondati da tale moltitudine di testimoni, avendo deposto tutto ciò che è di peso e il peccato che ci assedia, corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù, colui che dà origine alla fede e la porta a compimento. Egli, di fronte alla gioia che gli era posta dinanzi, si sottopose alla croce, disprezzando il disonore, e siede alla destra del trono di Dio.
Pensate attentamente a colui che ha sopportato contro di sé una così grande ostilità dei peccatori, perché non vi stanchiate perdendovi d’animo. Non avete ancora resistito fino al sangue nella lotta contro il peccato.

Tommaso d'Aquino: quando ti arriva qualche tribolazione, non disperarti subito, non agitarti contro Dio: aspettalo, finché non ti soccorra (si aliquam molestiam pateris, non statim desperes, nec turberis contra Deum, sed expecta quousque succurrat: "expectans expectavi Dominum, et intendit mihi").

Gesù sa attendere con pace e fiducia la salvezza dal Padre, senza entrare nell'ansia e nella disperazione.
Tenendo lo sguardo su di lui e in sintonia con la sua pazienza, ci slanciamo verso la meta.

Rumina per nutrire la tua speranza!


Nessun commento:

Posta un commento