domenica 11 dicembre 2011

Stille Nacht!


Stille Nacht! heilige Nacht! Parole famose, più celebre ancora la melodia.

Stille Nacht! heilige Nacht!
Alles schläft, einsam wacht
nur das traute hochheilige Paar.
Holder Knabe im lockigen Haar,
Schlaf in himmlischer Ruh'!

Notte quieta, notte santa!
Tutto dorme, soli vegliano
i due cari e santi sposi.
Grazioso bambino dai capelli ricci,
dormi in celeste quiete.

La vigilia di Natale dell'anno 1818 l'organista della chiesa di S. Nicola in Oberndorf (non lontano da Salisburgo) si vide arivare il cappellano della parrocchia: un paio d'anni prima aveva scritto una poesia natalizia, e si chiedeva se l'organista non avrebbe potuto comporre su quel testo una bella melodia. Forse l'organo era per qualche motivo inservibile, o forse perché il prete suonava la chitarra, fatto sta che gli chiese di pensarla con accompagnamento di chitarra. E, visto che erano in due, a due voci soliste, e coro.

Stille Nacht! heilige Nacht!
Gottes Sohn, oh wie lacht
lieb aus seinem göttlichem Mund!
Da schlägt uns die rettende Stund,
Jesus in deiner Geburt!

Notte quieta, notte santa!
Il Figlio di Dio, oh, come sorride,
caramente dalla sua bocca divina:
suona per noi l'ora della salvezza,
Gesù, nella tua nascita.

A quanto pare quel giorno Franz Xaver Gruber - tale il nome dell'organista, che faceva anche il maestro nella scuola di Arnsdorf (Lamprechtshausen) - doveva avere una buona vena: detto fatto, alla sera il Kirchenlied era bell'e pronto per essere eseguito nella messa della notte di Natale. Josef Mohr, il prete poeta, cantava la parte del tenore e suonava la chitarra, Gruber cantava da basso:

Stille Nacht! Heilige Nacht!
Die der Welt Heil gebracht,
Aus des Himmels goldenen Höhn
Uns der Gnaden Fülle läßt seh'n,
Jesus in Menschengestalt.

Notte quieta, notte santa!
Essa porta al mondo salvezza:
dalle altezze dorate del cielo,
ci si mostra la pienezza della grazia,
Gesù in figura d'uomo.
(Nota: la traduzione segue il tedesco, e non è cantabile.)

Il canto piacque alla popolazione della cittadina: iniziò così il suo cammino verso la gloria. La chiesa di S. Nicola, dove fu eseguito per la prima volta, non esiste più: a seguito degli straripamenti del fiume Salzach l'intero paese dovette essere spostato un poco a monte, e anche la chiesa fu abbattuta. Al suo posto sorge la "Stille Nacht!"-Gedächtniskapelle, una graziosa cappella ottagonale edificata tra il 1924 e il 1937 a ricordo della nostra canzone.

Stille Nacht! Heilige Nacht!
Wo sich heut alle Macht
Väterlicher Liebe ergoß,
Und als Bruder huldvoll umschloß
Jesus die Völker der Welt.

Notte quieta, notte santa!
In essa si è riversata tutta
la potenza dell'amore del Padre,
e come fratello amoroso Gesù
ha abbracciato i popoli del mondo.

I "popoli del mondo" che Gesù "abbraccia come fratello amoroso" avevano - per quanto riguarda l'Europa - appena finito di scannarsi. Da pochi anni si era conclusa la sconvolgente epoca napoleonica, e il congresso di Vienna aveva riportato la stabilità in Europa. Il principato di Salisburgo aveva perso la sua indipendenza: nel 1816 una piccola parte era andata a far parte della Baviera, il resto all'Austria. Il confine tra i due stati fu fissato nel fiume Salzach, che per secoli aveva assicurato il benessere della regione con la navigazione fluviale e il trasporto delle merci, specie del sale (in tedesco Salz, da cui il nome del fiume e della città di Salisburgo). Così la regione venne a trovarsi in un clima di generale incertezza; in particolare Oberndorf, separata dal suo centro cittadino, Laufen, che stava sull'altra riva del fiume e quindi in Baviera. Tale il clima nel quale gli abitanti del borgo, in massima parte impiegati nella navigazione fluviale e nella costruzione di barche, sentirono risuonare per la prima volta le limpide note di questa bella serenata a Gesù Bambino.

Stille Nacht! Heilige Nacht!
Lange schon uns bedacht,
Als der Herr vom Grimme befreit
In der Väter urgrauer Zeit
Aller Welt Schonung verhieß.

Notte quieta, notte santa!
Da tempo pensava a noi
il Signore quando, libero dall'ira,
nell'antico tempo dei padri
prometteva perdono a tutto il mondo.

Il nostro viaggio volge al termine. Segnalo tre musei e quattro collegamenti:
1. Stille Nacht Heimatmuseum Oberndorf (Museo di Storia e Cultura locale di Oberndorf): sull'origine e la diffusione del Lied, la chiesa di S. Nicola e i tempi del trasporto del sale.
2. Stille Nacht! Heilige Nacht! Museum, Salisburgo: la casa dove nel 1792 nacque Joseph Mohr (Steingasse 9), con testimonianze sulla vita a Salisburgo nel XVIII sec.
3. Franz Xaver Gruber Museum, Arnsdorf (3 Km da Oberndorf): la scuola dove Gruber insegnò e abitò con la famiglia per 21 anni, e dove compose Stille Nacht; il mobilio è d'epoca.
4. Associazione Stille Nacht

1. Città di Oberndorf
2. Stille Nacht Museum, Salzburg
3. Franz Xaver Gruber Museum, Arnsdorf
4. Stille Nacht Gesellschaft

Stille Nacht! Heilige Nacht!
Hirten erst kundgemacht
Durch der Engel Alleluja,
Tönt es laut bei Ferne und Nah:
Jesus der Retter ist da!

Notte quieta, notte santa!
annunziata ai pastori
dall'angelico alleluia.
Dappertutto sonoro risuona:
Gesù il Salvatore è arrivato!

Nessun commento:

Posta un commento